Il lavoro dell’Ego e quello del Poeta

Se sei vivo non significa che tu non sia morto.
Ho un ricordo chiaro di quando, da ragazzino, per la prima volta, mi resi conto che un giorno sarei morto. In sella alla bicicletta, in una mattina assolata di mezzo autunno all’improvviso pensai: “io non morirò mai!” sottolineando “io”. Questa è la frase che più o meno tutti noi esseri umani ci raccontiamo almeno una volta nella vita anche se poi, mano a mano il tempo trascorre, dobbiamo ricrederci; a quel punto allora si inventano e si creano storie di colori e sfumature infinitamente varie, dalle più luminose alle più cupe, dalle più fantasiose e bizzarre alle più pseudo realistiche pur di non credere o di star lontani dal semplice fatto che… moriremo. Ogni cultura, ogni religione, ogni posto sul pianeta Terra abitato da esseri umani ha le proprie credenze ed usanze, molte delle quali in contrasto fra loro. L’io, invece, ci accomuna tutti: non si ri-crede! Perché non ci piace affatto l’idea di morire? Perché l’io non potrà mai, ed è bene ripetere “mai” credere che un giorno morirà: sarà anche per questo che noi esseri umani sembriamo votati alle imprese più incredibili e meravigliose, raccapriccianti e vergognose. Eppure, se ci concentrassimo sulla semplicità del fatto che moriremo la cosa potrebbe diventare perfino divertente, pacifica e perché no? esilarante, facendoci avvicinare a più profondi significati che la nostra esistenza ci propone in ogni momento. Morire, ad esempio è una comunione che ci tramandiamo da miliardi di anni tra miliardi di miliardi di esseri.
Tutti noi, proprio tutti, non sopravviviamo alla vita!
Almeno nella forma in cui ci troviamo oggi.
Ma l’io non può arrivare ad accettare questa cosa meravigliosa. Ne rimane annichilito, terrorizzato, spaesato e si riduce in pezzi, oppure deve trovare dei modi per esaltarsi, aiutandosi o aderendo a rovinose ideologie. La morte ri-unifica tutto, ri-porta le cose ad un’unica dimensione, quella più vera, anzi vera e basta in cui si può dire che la verità è morte e la morte è verità. Purezza, autentica e limpida. Quanto più impariamo a conoscere e a riconoscere il nostro ego all’opera, tanto più ci con-fidiamo con la nostra anima, con la psiche come la chiamavano i greci, con il poeta che ne scaturisce; il poeta deve scaturire da dentro di noi! L’anima è semplice da descrivere, non necessita di tante parole per essere descritta, ne occorrono pochissime se non una soltanto: l’anima è la verità. Poni una domanda all’anima e ti indicherà la strada. Poni la stessa domanda all’ego e ti indicherà come prepararti a combattere.

 

Un caro abbraccio e grazie per i vostri commenti

Serata Mosaica feb

Ed ecco, cari amici, un’altra fantastica serata ci attende! Tra risate esilaranti, riflessioni, e cose pratiche che ognuno può già utilizzare dal giorno seguente, ci vedremo con ancora l’entusiasmo e la voglia di migliorare la nostra esperienza nella vita. E Strategia Poetica sia!

Il PROSSIMO WORKSHOP

Mosaica 23 gennaioCiao carissimi amici,

per “Serate di Teatro e Strategia Poetica: incontri interattivi” al Centro il Mosaica (Lido di Camaiore, Lu), dopo i due primi bellissimi incontri, ecco il terzo: “IL POETA, L’AMORE, LA VITA” In questo workshop  esploreremo alcuni aspetti che coinvolgono profondamente le nostre emozioni: amore e sesso, denaro e lavoro. Compieremo un piccolo viaggio aiutati dalla Strategia Poetica per scoprire come si possono ri-vedere alcune vecchie abitudini di pensiero che ci tengono bloccati. Serata di Teatro ma non solo… Vi accompagnerò con autori che ci parlano di amore… e non solo!  Info e prenotazioni 058467139 oppure 3394336687 (anche con sms o wa)

Vi aspetto! E’ preferibile la prenotazione, l’ultima volta eravamo in tanti.

Ecco le novità per l’autunno

Ciao a tutti. I percorsi individuali e di gruppo, dopo la pausa estiva, riprendono!

Per chi non ha mai provato questi percorsi è un buon periodo per immergersi nella Strategia Poetica.

Gli incontri individuali si svolgono a Piano di Conca (Lu), nel mio accogliente spazio.

Gli incontri di gruppo riprenderanno da NOVEMBRE con le bellisisme “DOMENICHE di Strategia Poetica” arrivate all’8° ciclo.

Dalla fine di Novembre, inoltre, terrò 5 appuntamenti (uno al mese) su vari temi, presso la libreria MosaicaBookBar, a Lido di Camaiore (Lu)

Presto altri aggiornamenti.

Per rimanere informati sui tanti aggiornamenti e le mie pubblicazioni cliccate il famoso “Mi piace” sulla mia Pagina Ufficiale di FB https://www.facebook.com/federicobarsantiofficial/

LOTTARE CONTRO L’ANSIA?

(…) Per trasformarci in esseri semplici dobbiamo passare attraverso l’esperienza, quindi anche attraverso la sofferenza, intesa come discesa nell’essere dei fatti. La sofferenza, come anche la gioia, sono difficili da trasformare in maestri, in guide, perché finché non ci siamo lasciati penetrare da esse rimarranno qualcosa di esterne da noi, da guardare come un’appendice, come qualcosa che ci portiamo appresso o che vorremmo lasciare per sempre.

La nostra totale  incapacità di lasciar vivere la gioia e la sofferenza dentro di noi è palese, specie in quest’epoca: basta osservarci in come siamo bravi a cercare vie di fuga quando accade qualcosa di negativo nella nostra vita e così pure quando accade qualcosa di estremamente bello: perfino la gioia non sappiamo bene come viverla, perché non ci permettiamo di condividerla più di tanto né dentro di noi né fuori di noi, abbiamo dei tempi strettissimi oltre i quali  bisogna rientrare nel vortice quotidiano (anche per questo i bambini che conoscono in profondità la sofferenza e la gioia li definiamo spesso come “inarrestabili”, “incontenibili”,  “ingestibili”, loro sanno lasciar entrare gioia e dolore in un istante e non si fanno troppe domande).

Se ci opponiamo alla trasformazione nostra e di ciò che ci circonda, rimaniamo degli urlatori. La paura del cambiamento (e meglio trasformazione) non è altro che un suggerimento da ascoltare.

Così come l’ansia è la saggezza travestita da spauracchio, la parte saggia di noi che ci suggerisce da troppo tempo un cambiamento: se non l’ascoltiamo o se cerchiamo di curare solo i sintomi, prima o poi ci tradirà.

Ogni volta che non ci lasciamo andare alla trasformazione, stiamo costruendo muri per difenderci dall’esperienza del condividere qualcosa con gli altri.

Estratto dal libro sulla Strategia Poetica che sto scrivendo. Grazie per i Vs commenti

Due bellissimi Stage in montagna a metà maggio: per Adulti e per Ragazzi!

ADULTI: SABATO 18 e DOMENICA 19 MAGGIO, un bellissimo momento da dedicare a te stessa, a te stesso, in un breve ed intenso weekend con La Strategia Poetica.
In una località favolosa e favolesca!
L’argomento scelto questa volta è la
“SERENITA’: l’obiettivo dell’essere umano del futuro!”.
Due giorni per alimentare il nostro lato poetico e impadronirsi di strumenti efficaci attraverso esercizi pratici e teoria rigeneranti, in un posto immerso nel silenzio, nella natura e nei secoli della storia.
Ritrovo presso la “Casa Avventure Alpi Apuane”, via della Chiesa, 35, Fornovolasco (Lu). Il luogo è tranquillamente raggiungibile in auto.
Ritrovo: Sab ore 17,30. Termine stage Dom ore 17.
Obbligatoria la prenotazione.
Cibo condivisibile con gli altri partecipanti, portare lenzuola e federa per cuscino. Il rifugio sarà ad uso esclusivo dei partecipanti. Bagni con docce e tutti i servizi (ampia cucina, aria condizionata, ecc).
Per info e iscrizioni Tel 339 43 36 687

RAGAZZI e RAGAZZE:

VENERDI 17+ SABATO 18+DOMENICA 19 MAGGIO Stage di Strategia Poetica per RAGAZZI e RAGAZZE a Fornovolasco (Lu), nel cuore delle Alpi Apuane. Presso la bellissima “Casa Avventure Alpi Apuane, via della Chiesa, 35.
Titolo dello Stage: “Esami, Futuro, Ansia: come ri-vedere le tante prove della vita in chiave strategico-poetica”.
Una bellissima occasione per i giovani, in cui percorreranno, attraverso pratica e teoria le difficoltà immaginarie e pratiche della visione sul futuro: come mettere in atto strategie per gestire con meno agitazione appuntamenti importanti.
Orario ritrovo ven ore 19. Orario chiusura lavori Dom. ore 17.
Per info e iscrizioni Tel 339 43 36 687

Per approfondire www.piccoloteatrosperimentale.com
oppure www.strategiapoetica.wordpress.com

TERMINATE LE DOMENICHE 2018-’19

Ciao a tutti i partecipanti a questi incontri domenicali!  Con profonda e sorridente gratitudine abbraccio tutti. Il percorso intenso e toccante svolto insieme a voi in questi mesi di “Domeniche di Strategia Poetica” è stato portato a termine. A presto per nuovi “Viaggi”.